Pennarelli indelebili per la stoffa: ZOOM su 7 marche diverse
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 17 novembre 2008

Pennarelli indelebili per la stoffa: ZOOM su 7 marche diverse

Per dipingere sulla stoffa in modo indelebile esistono tanti modi: si possono usare i pennelli ed i colori in tubetto oppure anche i pennarelli per la stoffa.
Nel corso degli anni ne ho trovato in commercio di varie marche e differenti gamme di colore. In linea di principio le ho provate tutte, nessuna esclusa!
Ecco un elenco delle marche di pennarelli per la stoffa, in post successivi andrò a descrivere per ognuna le caratteristiche tecniche salienti e i miei consigli per l'uso.


SetaSkrib PEBEO.

TwinPen DEKA.

Onyx Textil CONTE'.

Tex FERRARIO.

Cromatex UNIVERSAL.


Marko t-shirt WILSON.

Shirt Marker KUTSUWA.


Mi sarebbe piaciuto linkare tutte queste marche ma ho trovato solo pagine di rivenditori e grossisti, ognuno potrà cercare nelle vicinanze della propria città il negozio che offre questi prodotti.
SetaSkrib PEBEO:


Questi pennarelli sono molto carichi di colore, nascono adatti a dipingere la seta; il cotone e il lino sfregano troppo sulla superfice della punta del pennarello e lo deformano progressivamente con l'uso.
La punta è di feltro morbido, solo un tratto veloce e sicuro evita di creare enormi sbavature sulla stoffa, quindi questi pennarelli vanno usati con grande cautela e perizia.
Nella vasta gamma di colori ce ne sono alcuni fluorescenti: il giallo e l'arancio.
Io li uso per dare un tocco di luce in più alle capigliature, alla sfumatura del nome del bimbo, ai fiori e all'erba della scena bucolica.
Ci sono varie tonalità di verde e anche un bel color salmone.
Di questa ditta uso il grigio per dipingere la mia firma e per accentuare i chiaroscuri.
Si asciugano abbastanza in fretta, sono sovrapponibili e non hanno alcun odore.
Per il fissaggio è consigliata un'attenta stiratura della stoffa.
Non hanno una vita lunga, in questo caso non è uno svantaggio...quando il colore perde la sua forza iniziale, diventa come un pastello e quindi si possono ottenere delle belle sfumature!
Non gettate MAI i pennarelli che sembrano consumati e con la punta sfilacciata.....diventano perfetti per creare i chiaroscuri sfumati dei vestiti. Io li contraddistinguo con dei pezzi di nastro adesivo (vedi foto), così li riconosco dai pennarelli nuovi!

Sommario degli articoli sui pennarelli indelebili per la stoffa:

1) Seta Skrib PEBEO

2) TwinPen DEKA

3) Onyx Textil CONTE'

4) Tex FERRARIO

5) Cromatex UNIVERSAL

6) Marko T-shirt WILSON

7) Shirt Marker KUTSUWA

Se questo post vi è piaciuto lasciatemi un commento o le vostre domande, risponderò volentieri!
Iscrivetevi ai miei FEED per non perdere di vista i prossimi post!!

50 commenti:

  1. Guardando le tue sfumature credevo che dipingevi con i colori e pennello. Sei bravissima!Capisco il Tuo mai di polsi, devi usare certamente di più forza usando pennarelli al rispetto del pennello. Un bacione

    RispondiElimina
  2. Mi sono appena stati regalati questi pennarelli per scrivere su magliette (io voglio solo scrivere frasi per personalizzare abiti). I tuoi post sono stati un'utilissima guida, al prossimo acquisto ne terro` certamente conto :-) Grazie!
    Ilaria

    RispondiElimina
  3. E' possibile sapere quanti e quali colori esistono di ogni marca? Ho trovato informazioni solo sui Deka, gli altri sembrano non esistere sulla rete O_o
    E grazie mille per le informazioni, una volta decisi i colori che mi servono la scelta della marca sarà moooolto più semplice :D

    RispondiElimina
  4. utilissimo articolo.. secondo te se voglio fare solo delle scritte su magliette in cotone che pennarelli dovrei comprare? quali durano di più?

    RispondiElimina
  5. @Feds: scrivere sulle t-shirt non è facile; i pennarelli con la punta morbida come i PEBEO si sfaldano subito e creano facilmete delle chiazze anche se sono quelli più resistenti ai lavaggi e al tempo. Per ottenere buoni risultati ti consiglio di tendere la maglietta dentro una tela per artisti o un cuscino imbottito (questo è un segreto del mestiere!). I pennarelli a solvente come quelli Wilson o Contè hanno la punta in feltro duro e per questo si inceppano nel tessuto; sono resistenti ma attenzione a sovrapporre colore perchè rilasciano chiazze orrende! Io ti consiglio i PEBEO perchè almeno compri solo i colori che ti servono, anche se alla fine li vorrai tutti. Grazie per il tuo commento e scusa se non ho risposto prima, ciao

    RispondiElimina
  6. ma tipo quanto costano??

    RispondiElimina
  7. Il prezzo di questi strumenti per dipingere è variabile: ti consiglio di chiedere al più vicino centro per il bricolage o nei negozi di belle arti. Ciao!

    RispondiElimina
  8. Ciao fabiola, mi consiglieresti un sito dove compraer questi pennarelli? grazie
    edmondo.porcu@gmail.com

    RispondiElimina
  9. Ciao Edomondo, Buon Natale!! I pennarelli indelebili per la stoffa si trovano nei negozi per belle arti e nei centri attrezzati per il bricolage artistico. Ogni città ha i suoi punti vendita, vedi nei posti a te più vicini! Ultimamente ho visto e comprato gli edding che assomigliano molto ai Pebeo e ai Kutsuwa...senza eguagliarli! A Bologna ho visto una nuova versione giapponese dei pennarelli Contè. Buon lavoro!

    RispondiElimina
  10. ciao a tutti!io ho provato ad usare i SetaSkrib pébéo(verde e giallo fluorescente) su una maglietta blu scuro!ho seguito anche i tuoi utili consigli ma nn ha funzioneto!purtroppo la scritta nn si vede:(!che devo fare?? grazie

    RispondiElimina
  11. Non ho mai detto che i pennarelli SetaSkrib PEBEO sono adatti alle superfici scure! Specie i colori fluorescenti non contengono i pigmenti adatti per restare visibili su sfondi poco chiari. Se vuoi continuare ad usare i pennarelli che hai comprato devi vederne i risultati su T-shirt bianche. Per dipingere su sfondo scuro ti consiglio i colori a pennello della Pebeo, della Ferrario o Deka. Non pennarelli! Ci sono tecniche particolari a pennarello ma devi accettare di perdere la morbidezza del tessuto! Ciao e non abbandonare la passione per la pittura! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Fabiola, posso chiederti un'informazione in merito ai pebeo? ne ho comprati alcuni ma non sono sicuro di averli usati nel modo giusto.

      Elimina
    2. Ciao Goffredo, raccontami come hai usato i pennarelli Pebeo e se posso aiutarti lo farò volentieri, ciao :)

      Elimina
    3. Ti spiego brevemente: mi piacerebbe, ho già fatto alcune prove, disegnare su t-shirts i miei personaggini, con linee schematiche, senza troppi fronzoli e in uno spazio della maglietta abbastanza limitato. le prime prove con pebeo non sono andate malissimo, ma dopo la prima lavatrice i disegni si sono sbiaditi. la tipa della mesticheria mi disse di fare il disegno, attendere una settimana, mettere in lavatrice la maglia e poi stirarla, ma da quanto letto sopra deduco che mi disse una gran cazzata. quel è il sistema giusto? grazie.

      Elimina
    4. L'esperienza è d'obbligo in tutti i campi del bricolage artistico, non darei colpe a chi spiega un metodo in buona fede! Caro Goffredo l'indicazione di attendere del tempo prima di lavare il tessuto dipinto con i pebeo è giusta; lo sbiadimento del colore di un tono è sempre probabile e dipende da diversi fattori: prima di tutto la lavatrice!! Un indumento dipinto a mano va lavato a mano delicatamente....niente di strano! Anche gli abiti ricamati a mano o impreziositi da perle e brillantini non sopportano la lavatrice. La differenza tra il colore della stoffa e il colore del pennarello è fondamentale: il nero su t-shirt bianca tiene meglio del giallo su t-shirt bianca. Il bello dei pennarelli pebeo è che se ripassi dopo il lavaggio ottieni un grande rafforzamento della tintura la quale resisterà molto meglio ai futuri delicati lavaggi. Devo ricordarti anche che il cotone naturale moderno è molto differente da quello degli anni 60/70/80...la globalizzazione e quindi i tessuti di importazione, il riciclo dei tessuti, le fibre miste ad imitazione del cotone sono ormai ovunque. E' più difficile di quanto sembra riconoscere e scegliere indumenti davvero naturali al 100%. Se hai scelto una t-shirt molto economica, dubito della qualità del cotone e quindi non posso dare tutte le colpe all'inchiostro dei pebeo. Ho fatto esperienza diretta di ciò che ti dico, non è una leggenda. Termino dicendoti che prima di lavare qualsiasi tessuto dipinto a mano con i pebeo, occorre fissare il colore con una minuziosa STIRATURA (questa è la procedura giusta). Attendere del tempo prima di lavare a mano va bene, ma la t-shirt va stirata quando il colore è asciutto: circa 12 ore dopo l'ultimo segno dipinto. Fai con fiducia una nuova prova e usa colori a contrasto con il colore della maglietta. Quando saranno passate 12 ore dalla fine del tuo intervento artistico, procedi alla stiratura con ferro caldo senza vapore e metti un tessuto leggero tra ferro e disegno. Attendi almeno una settimana e poi lava a mano in acqua tiepida come faresti per un qualsiasi capo a cui vuoi mantenere i colori brillanti originali (un sapone liquido per lana e seta). Strizza bene il tuo capo in un asciugamano, non lasciar scolare l'acqua. Dovresti avere un risultato più che soddisfacente. Un indumento trattato in questo modo potrà sopportare anche lavaggi successivi in lavatrice a 30°. Ho dipinto molte T-shirt in vita mia con i pennarelli indelebili pebeo, sono strumenti validi, credimi. Ciao, buona fortuna :)

      Elimina
  12. ciao, io vorrei far dipingere qualcosa di molto semplice e delle scritte su alcune magliette bianche a dei bambini di terza elementare.....
    non ho idea di che materiali usare e di come sia meglio procedere; puoi aiutermi con qualche consiglio???

    RispondiElimina
  13. Ciao Paola, bella idea la tua anche se la pittura su T-shirt non è esattamente la cosa più semplice da fare! Adoro le insegnanti e sono certa che farai una grande esperienza con i tuoi allievi! Ti consiglio di usare pennarelli dalla punta di feltro rigida, non i Pebeo a punta morbida! Meglio edding, Marko o Contè o Twin-pen DEKA. Otterrai un segno netto non sbavato e con pochi pennarelli farai molte magliette simili.
    Ricorda di tendere le T-shirts dentro un cartone o altro materiale rigido (legno, compensato qualunque) fissa i bordi col nastro adesivo di carta senza deformare troppo in larghezza la trama del tessuto. Puoi provare a mettere il disegno in trasparenza per un facile ricalco...dovrebbe vedersi una traccia ben delineata con pennarello nero tipo quelli della Stabilo all'alcool.
    Quasi tutti i colori per la stoffa si devono stirare per un fissaggio definitivo, ti consiglio di attendere almeno mezza giornata prima di stirare le maglie con un telo di cotone a protezione del segno.
    Ti auguro buon lavoro e buone vacanze!

    RispondiElimina
  14. ciao,vorrei dipingere un pinocchio su una cravatta di colore rosso,senza che i colori sbavano,ti dico subito che ho comprato dei colori per tessuto "ferrario"
    grazie

    RispondiElimina
  15. Salve,

    Avrei un problema, devo colorare un elastico in fondo al gambale di una tuta da ciclista (che non costa poco) e siccome l'ho rovinata con una vernice e solvente per bici, ora quella specie di elastico di colore bianco (rovinato con parti nere che non vanno via) dovrei colorarlo tutto di nero, la tuta da ciclista è fatta in prevalenza di Poliammide e Nylon al 78%) ed elastam 23%, però quella specie di elastico in fondo al gambale non saprei di che materiale è fatto, sembrano i soliti elastici per abbigliamento, vorrei chiederle quale colore indelebile è preferibile per questo tessuto?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando la fibra da colorare non ha nulla di naturale è meglio escludere i colori delicati per la stoffa, adatti ai tessuti naturali. Dalla tua descrizione non riesco a capire quanto è grande la parte di elastico da tingere di nero; ti consiglio di fare delle prove a partire dai semplici pennarelli uniposca acrilici. Puoi constatare la tenuta del colore allo stress dell'elastico, se si sgretola facilmente, puoi ripassare il colore periodicamente, oppure puoi passare ad un pennarello più potente, tipo quelli ad inchiostro all'alcool indelebile stabilo,ma anche pilot: Marker Twin. Il tuo materiale non è stoffa ma plastica, quindi puoi trattarlo come si tratta la plastica! Grazie del commento, spero di esserti stata utile.

      Elimina
  16. Ciao ! Ho trovato molto utili i tuoi consigli ! Grazie ! Faccio diverse cose....tra le quali ,cuscini ad intarsi di stoffe e disegni,volevo chiederti se la tua lista di marche di pennarelli è cambiata ...o se è aggiornata ? Grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lista delle recensioni dei pennarelli indelebili per la stoffa è effettivamente cambiata: ho acquistato i pennarelli della marca edding!!! Puoi trovare una descrizione in questo post dove c'è un bell'esempio di pittura su tessuto:
      http://tessutodipinto.blogspot.it/2009/12/dipingere-la-stoffa-con-i-pennarelli.html
      Se desideri una mia recensione su una marca in particolare, scrivi di nuovo, magari li provo e poi ti rispondo con maggiori dettagli. Grazie per il commento e buon lavoro!

      Elimina
  17. Dovrei disegnare delle tende misto lino cosa mi consigli colori oppure pennarelli?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per dipingere le tende sicuramente in fibra naturale puoi usare con successo i pennarelli indelebili per la stoffa. La scelta della marca dipende solo dal tipo di decorazione che intendi eseguire: tratti sottili, piccoli disegni sparsi: pennarelli della marca DEKA TwinPen punta doppia. Per disegni pieni con campiture grandi ti conviene prendere i PEBEO SetaSkrib che hanno un inchiostro vivido e la punta morbida per fare linee sottili ma anche per riempire e sfumare. Se usi i colori a pennello ottieni tutto quello che vuoi ma nel controluce tipico della finestra di giorno....si vedranno solo macchie nere, un peccato! I colori dei pennarelli scompaiono nel controluce ma senza lasciare brutte tracce! Buon lavoro e grazie per la fiducia nei miei consigli!

      Elimina
  18. Ciao io sono Grazia ed e' la prima volta che ti leggo,una persona a me cara mi ha commissionato un lavoro su un lenzuolo di lino per la nipotina nello specifico il disegno di alcune principesse,mi puoi consigliare i colori da utilizzare se pennarelli o non e la marca migliore?grazie in anticipo anche dalla piccolina che lo ricevera'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scegliere i colori giusti è una operazione molto delicata perchè si tratta di un vero investimento. Cara Grazia ti consiglio di decidere in base al tipo di tessuto e al suo utilizzo, oltre che al tuo grado di padronanza degli strumenti. Se sei abituata a dipingere a pennello non c'è motivo di passare ai pennarelli indelebili. Con i colori DEKA puoi avere le tinte principali coprenti e facili da mescolare. Devi considerare che un lenzuolo finirà spesso in lavatrice, l'inchiostro dei pennarelli indelebili non sopporta le temperature elevate, rischi di vedere sbiadito ciò che dipingi! Se vuoi tracciare i contorni delle principesse puoi usare i pennarelli TwinPen DEKA doppia punta. A patto che ti ricordi di ricoprire il segno con sfumature di colore passate a pennello. In questo modo proteggerai l'inchiostro dei TwinPen con il pigmento dei colori per la stoffa e il disegno manterrà più a lungo la sua iniziale brillantezza. Lo stesso discorso si può fare con i prodotti PEBEO o Ferrario o altre marche che potresti trovare sotto casa. I pennarelli SetaSkrib Pebeo hanno la punta di feltro morbida e questo li rende leggermente più difficili da gestire. Se vuoi provarli tutti ti consiglio di procurarti la tinta verde dei SetaSkrib per fare le foglie. Prendi il colore marrone TwinDeka per i contorni dei visi e delle mani delle principesse. Con un pennarello TexFerrario color rosa puoi ripassare e coprire l'incarnato disegnato con il marrone, oltre a proteggere altri eventuali soggetti decorativi come fiorellini delicati. Cerca il giallo vivo della Contè o della edding, i colori chiari sbiadiscono prima degli altri, ovviamente. Con un pennarello ad inchiostro a solvente avrai una tinta più duratura. Progetta bene la tua pittura e a seconda del tipo di pennarelli con i quali ti trovi meglio, puoi acquistare altre tinte importanti come il celeste cielo, l'arancio e un bel fucsia. Ti sconsiglio di usare il nero, meglio avere un buon viola e un buon verde scuro da sovrapporre per ottenere un segno molto simile al nero! Auguri e buona fortuna :)

      Elimina
  19. Ciao,
    complimenti per l'articolo, interessantissimo!
    Solo che, con tutti questi tipi di pennarelli faccio un pò confusione.
    Vorrei crearmi da solo delle t-shirt e felpe sponsorizzate per il mio sport,
    si tratterebbe sia di scrivere che di colorare degli spazi e la cosa che mi interesserebbe di più è sapere quanto durano, dopo quanti lavaggi iniziano a sbiadire?
    Quindi che materiale mi consiglieresti?
    Scusa le domande, e grazie anticipatamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per dipingere delle t-shirt o felpe in serie, tessuti sottoposti a frequenti lavaggi, ti consiglio il cotone 100%, colore chiaro e trama sottile. Non è facile come sembra, un buon cotone non è economico. Magliette o felpe di cotone misto o scadente, scure o a trama spessa andrebbero stampate con inchiostri a solvente. Se non vuoi usare i potenti mezzi tecnologici che consentono la stampa di pochi pezzi con un tuo disegno, se vuoi fare tutto a mano...devi avere il materiale migliore e i pennarelli indelebili più adatti. Su un buon tessuto puoi intervenire facilmente con i pennarelli PEBEO (SetaSkrib) o DEKA (TwinPen). Entrambe le marche sono sovrapponibili, hanno tinte resistenti ai lavaggi e puoi ottenere segni netti come anche sfumature di colore. Ricorda di tendere ogni t-shirt su un piano, non dipingere sulla stoffa volante! La punta dei SetaSkrib è di feltro morbido, ideale per contorni irregolari e sfumature. Le 2 punte dei TwinPen sono di feltro rigido, puoi fare contorni perfetti, campiture larghe e particolari sottili. Per proteggere il disegno dai frequenti lavaggi potresti ripassare sopra al disegno con un colore acrilico liquido UNI POSCA; otterresti un indurimento del tessuto ma i colori sottostanti risulterebbero più resistenti nel tempo. Ad esempio, se pensi di fare un contorno nero, potresti acquistare un pennarello nero UNI POSCA e ripassare attentamente sopra al pennarello per la stoffa. Per capolavori più complessi ti invito caldamente a dipingere su un tessuto a parte e poi ad applicarlo con un piccolo pezzo di velcro sulla T-shirt. Purtroppo, come dico spesso, alcuni dei meravigliosi colori che ho avuto la fortuna di usare e che ancora funzionano, non sono più in commercio o almeno sembrano introvabili a qualsiasi ricerca! Se tu riesci a trovare i COLORMASTER della Talens oppure gli Onyx Textil CONTE', fai finta che non ho scritto nulla, acquistali senza titubanze e dipingi su qualsiasi stoffa, quelli si attaccano a tutto, resistono a molti lavaggi e...in pratica sono equivalenti alla stampa a solvente! Se li trovi ti prego di comunicarlo, te ne sarei davvero grata!Io possiedo questi favolosi pennarelli e te li garantisco :) Buon lavoro!

      Elimina
    2. Non saprei proprio come ringraziarti, mi sei stata di grande aiuto...
      Solo che sono davvero difficili da reperire, sto facendo della ricerche a dir poco mostruose, vedremo cosa riuscirò a trovare!
      GRAZIE DI NUOVO! A PRESTO.

      Elimina
    3. Il più gradito ringraziamento sarebbe la condivisione dei risultati della tua ricerca! Davvero se trovi un rivenditore delle 2 marche fantasma...scrivimi! Non posso vendere i miei pennarelli usati, ci sarebbero troppe persone interessate e non sono in grado di fare la moltiplicazione dei pennarelli indelebili :) Ciaoo

      Elimina
  20. buona sera io ho scelto di far decorare delle borse che ho fatto io a mia figlia pero' non so' che colori farle utilizzare
    mi potrebbe aiutare a scegliere i colori migliori e di che marca?
    GRAZIE 1000

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua domanda è troppo vaga per una risposta precisa! Non mi dici il materiale con cui sono fatte le borse (stoffa o pelle chiara o scura) e nemmeno se tua figlia è adulta o bambina! In generale i pennarelli per la stoffa sono tutti validi; quelli senza solvente non sono tossici gli altri vanno maneggiati con più cautela. DEKA o PEBEO hanno una buona tenuta alla luce e si fissano anche sotto al sole. Se vuoi altre informazioni, puoi scrivermi di nuovo, ciao e buon lavoro! :)

      Elimina
  21. scusami io dovrei colorare un tessuto elasticizzato fatto a mano di color carne mi potresti aiutare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipingere il tessuto elasticizzato non è facile, specie se vuoi ottenere un effetto tipo stampa, senza creare grumi di colore, strati ruvidi al tatto e segni che scoloriscono al lavaggio e alla luce. Non mi dici se ti riferisci al lycra dei costumi da bagno, della biancheria e dei tessuti moderni, o se il tuo problema è tingere veri e propri elastici di cinture, guarnizioni o tappezzeria. Nel caso di abbigliamento, ti consiglio di rinunciare se non sei disposto ad acquistare penne o colori al solvente tossico. Per oggettistica invece puoi tranquillamente usare dagli acrilici agli smalti adatti alla plastica morbida. Cerca i prodotti PEBEO e DEKA nei centri brico specializzati per artisti e anche nelle ferramenta; qualcosa di importazione si trova ancora! In pratica ti serve del colore al solvente, non all'acqua. Ciao

      Elimina
  22. Ciao Fabiola,
    tanti complimenti per i tuoi lavori e anche per la generosità nell'elargire consigli derivanti dalla tua preziosa esperienza!!
    Volevo chiederti se hai mai provato i Giotto: sono troppo banali/scadenti? Io ho una scatola di Giotto Decor Textile, li ho comprati semplicemente per scrivere i nomi dei miei bimbi sugli indumenti della scuola materna, ma già che li ho vorrei usarli per altri lavoretti più artistici, tu cosa pensi di questa marca?
    Grazie, ciao
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai avuto modo di lavare gli indumenti dipinti con i pennarelli Giotto e il segno ha resistito bene, direi che il test lo hai già fatto! Personalmente non ho mai provato i pennarelli Decor Textile della marca Giotto, ma la spiegazione è semplice: la gamma delle tinte non avrebbe apportato un arricchimento a quelle che normalmente uso; non ho nemmeno guardato il tipo di punta perchè ho pensato che fosse di feltro rigido un po' grande, pensato per un uso scolastico. Probabilmente contengono un inchiostro NON tossico (sempre per essere adatti a persone inesperte come gli studenti più piccoli). Forse mi sbaglio, ho fatto una scelta a priori, pensando soprattutto ai risultati indelebili e minuziosi che cerco di ottenere con pennarelli più professionali. I lavoretti artistici possono essere di vario tipo: disegni su T-shirt devono mantenere il colore dopo diversi lavaggi, mentre invece per dipingere arazzi da incorniciare, non è importante la resistenza al lavaggio, quanto la tenuta del colore sottoposta allo sbiadimento dalla luce e dal tempo. Altro fatto determinante è il tipo di supporto: tessuti naturali chiari possono essere dipinti con tutti i tipi di pennarelli indelebili per la stoffa. Tessuti misti o acrilici, dalla trama scura, richiedono inchiostri più potenti (a volte tossici) e coprenti. Per iniziare ti consiglio di sperimentare con i colori in tuo possesso. Come avrai notato leggendo qualche post del mio Blog, i migliori risultati si ottengono mischiando insieme diverse marche di pennarelli: nuovi, consumati, naturali, tossici, coprenti, fluorescenti, trasparenti, punte sottili, punte larghe...ecc.
      Grazie delle belle parole che mi hai dedicato, spero di esserti stata di aiuto e incoraggiamento!
      Buon lavoro :)

      Elimina
  23. Dovrei coprire delle macchie su una polo di cotone di mio figlio che tipo di pennarello mi consigli di usare. Ciao e grazie. linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per poterti dare un consiglio davvero specifico dovrei sapere il colore della polo e il tipo di macchia. In generale, potresti creare un disegno in corrispondenza della macchia, allora va benissimo un pennarello più scuro della macchia stessa e tutta la fantasia di cui sei capace. Acquista un pennarello dalla punta doppia in fibra rigida: i DEKA Twin Pen o i più semplici edding. Pensare di mimetizzare una macchia è impresa quasi impossibile, meglio far diventare la macchia qualcosa di diverso e salvare sicuramente l'indumento! Buon lavoro, ciao

      Elimina
  24. ciao io vorrei creare una tovaglia natalizia su fondo bianco con scritte tipiche augurali come posso fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea la tovaglia natalizia dipinta a mano! Scegli un tessuto naturale e dipingi il soggetto preferito con i pennarelli per la stoffa che ti piacciono di più. Vanno bene tutte le marche presenti sul mercato; per disegni grafici ti consiglio i pennarelli a punta di feltro dura. Per sfumature o effetto acquarello, i SetaSkrib Pebeo a punta morbida potranno regalarti grandi soddisfazioni. Cerca di preparare la tovaglia in tempo per fissare bene il colore con la stiratura e anche con un periodo abbastanza lungo prima del primo lavaggio. Ultimo consiglio: dipingi i bordi della tovaglia, non il piano! Una tovaglia di cotone dipinta a mano non può sopportare lavaggi ad alte temperature o candeggi, quindi se desideri che la tua opera resista nel tempo...non la mettere a contatto di sugo o macchie di vino rosso!! Buon lavoro e Auguri per le prossime festività :)

      Elimina
    2. grazie spero riesca come nei miei pensieri e auguri a tutti di un sereno natale.

      Elimina
  25. dovrei fare dei disegni su magliette nere con bianco punta fine tipo i Pentel ma a Cagliari non trovo niente cosa mi consigli? grazie Isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Isa la difficoltà nel reperire i pennarelli per la stoffa è un problema in molte città italiane! Per fortuna esiste la possibilità di acquistare on line con servizi affidabili. Ho trovato questo sito che vende un tipo di pennarello indelebile bianco: http://www.cartocopie.it/pennarello-marcatore-a-vernice-unipaint-vernice-indelebile-fine-bianco-p-5019017.html
      Ovviamente si tratta di una vernice adatta a tutte le superfici, non specifica per tessuti, ma se vuoi dipingere con il bianco sul nero credo non ci siano molte alternative tra i pennarelli indelebili.
      Spero di esserti stata utile, ti auguro un grande successo, ciao

      Elimina
  26. Ciao,
    Devo colorare in nero il bordo di una borsa di pelle...in dei punto il bordo è color blu avio in altri è color crema. Cosa posso usare per essere sicura che non stinga poi sui vestiti?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda bene se le cuciture avio e crema sono eseguite con un filato naturale o sintetico. Su filato lucido e sintetico devi usare un pennarello nero per qualsiasi superficie, a solvente. Su un filato vintage, naturale, opaco (presumibilmente cotone), puoi usare un pennarello nero della marca DEKA o PEBEO con un buon risultato e una lunga tenuta a luce ed agenti atmosferici. Se non sei pratica, usa un pennarello a punta fine e circonda le cuciture da nastro adesivo di carta. Il colore nero è sempre il più difficile da stendere e anche da...togliere!! Ciao Sarah e buon lavoro! :)

      Elimina
  27. Ciao Fabiola, complimenti per l'articolo, volevo domandarti un consiglio. Ho cominciato da poco a dipingere delle cravatte di seta, usando i normalissimi setacolor e i deka, il risultato non è male, ma guardando on line ho visto parecchie cravatte nelle quali il colore risulta molto più pieno, mentre nei miei lavori continua ad intravedersi leggermente la trama. Scusa se divago leggermente dal post, ma mi domandavo se potessi indicarmi quali sono i colori migliori per questo genere di lavori. Ti ringrazio tantissimo in anticipo. A presto.
    Giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia necessario intendersi sul concetto di colore 'pieno' e decidere quale sia il grado accettabile di copertura della trama del tessuto da parte di un colore aggiunto a pennello o con pennarelli indelebili. I pennarelli indelebili SetaSkrib e TwinPen contengono un inchiostro trasparente che NON è in grado di coprire la trama del tessuto. Se ne deduce che la stoffa chiara prende il colore come se fosse 'tinta in filo', mentre la stoffa scura non riesce a far risaltare l'inchiostro chiaro che sparisce confondendosi con il colore di base. Puoi ottenere grandi risultati di brillantezza e definizione delle tinte SOLO su seta chiara/bianca, mantenendo un effetto stampa che lascia evidente anche la trama e l'ordito. Una seta scura richiede un passaggio preliminare con colore coprente bianco, il quale coprirà anche la trama e l'ordito. Se devi intervenire su seta scura ti consiglio un bianco a pennello della marca DEKA o PEBEO. Sopra al bianco asciutto puoi dipingere con qualsiasi tipo di pennarello indelebile (inchiostro all'acqua o a solvente). Cerca di non usare il colore bianco troppo denso, per mantenere il più possibile la morbidezza del tessuto. Spero di averti dato le informazioni che volevi, ti auguro di dipingere splendidamente! Ciao :)

      Elimina
  28. Ciao Fabiola, vorrei provare a disegnare su scarpe in stoffa, tipo converse. Non credo di poterle stirare, Quale marca di pennarelli mi consigli? Nella mia zona per ora ho trovato solo i pebeo.
    Grazie mille, ciao, Emiliano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pennarelli Pebeo possono andare bene sul tessuto delle scarpe tipo converse, considera però che vedrai colori brillanti solo su sfondi bianchi o molto chiari. La trama tipica del cotone pesante deforma facilmente la punta morbida dei pennarelli Pebeo; sappi che ogni pennarello perderà in breve tempo la capacità di trasportare l'inchiostro con un tratto fine. Il problema del fissaggio è superabile con il calore del sole e qualche giorno di posa (senza indossare le scarpe e senza inumidirle in alcun modo). Ovviamente non si può pretendere di lavare in lavatrice le scarpe dipinte a mano con i pennarelli indelebili!! Se pensi di stressare fortemente il colore e le scarpe, ti consiglio di cercare i pennarelli indelebili ad inchiostro a solvente (STAEDTLER) oppure pennarelli con acrilico liquido (UNPOSCA). Ti auguro di fare un buon lavoro :) Ciao

      Elimina
  29. Grazie mille, proverò con gli uniposca, ti farò sapere...

    RispondiElimina